fbpx

[:it]Torna “Correndo Senza Frontiere” e la disabilità scende ancora in strada con la Hoka Maratona di Ravenna[:en]”Running Without Borders” is back and disability takes to the streets again with the Hoka Ravenna Marathon[:]

[:it]Torna “Correndo Senza Frontiere” e la disabilità scende ancora in strada con la Hoka Maratona di Ravenna[:en]”Running Without Borders” is back and disability takes to the streets again with the Hoka Ravenna Marathon[:]

[:it]

Il lockdown e la pandemia hanno creato difficoltà enormi nella socializzazione, ancor più nei soggetti fragili. Per questo motivo assume un’importanza, se possibile, maggiore la conferma, anche in occasione della Hoka Maratona di Ravenna Città d’Arte 2021 e dei suoi eventi collaterali, dell’iniziativa “Correndo senza Frontiere – Tutti Insieme”.

Tornerà dunque il 14 novembre il progetto nato per aprire le porte della Maratona di Ravenna anche a tutte le persone con disabilità che non hanno la preparazione atletica e la possibilità di compiere le distanze più impegnative già previste dal programma. Il grande evento della seconda domenica di novembre si conferma ancora una volta contenitore sempre più ampio di appuntamenti davvero aperti a tutti, senza alcuna distinzione.

L’idea di “Correndo senza Frontiere” nasce all’interno del Coordinamento per l’attività motoria e sportiva adattata alla persona[:it]Torna "Correndo Senza Frontiere" e la disabilità scende ancora in strada con la Hoka Maratona di Ravenna[:en]"Running Without Borders" is back and disability takes to the streets again with the Hoka Ravenna Marathon[:] con disabilità intellettiva creato nel 2016 dal CSI di Ravenna e dalla Cooperativa Sociale La Pieve e può considerarsi una sorta di spin-off della manifestazione “Giocando senza frontiere”, meeting rivolto ad atleti con disabilità e dedicato alla promozione dell’inclusione sociale attraverso gare di atletica e tornei di sport, organizzato in passato con il coinvolgimento di Cooperative Sociali e  società sportive del territorio.

All’insegna dello slogan “lo sport è per tutti”, è stato nuovamente predisposto un breve tragitto che porterà gli atleti disabili, ed i loro accompagnatori, a percorrere circa 3 km del percorso della Maratona nel centro storico, fra i monumenti più belli della città, sino ad arrivare al traguardo di Via di Roma dove sopraggiungeranno tutti i runner delle diverse distanze proposte dall’organizzazione dell’evento.

A “Correndo senza Frontiere – Tutti Insieme” saranno ammessi tutti coloro che risultano in grado di completare il breve percorso in un tempo massimo di 60 minuti, partendo dalla zona di Porta Serrata ed evitando così le difficoltà che potevano creare le gioiose, ma caotiche, partenze in gruppo delle distanze più lunghe. L’arrivo invece sarà proprio in Via di Roma nella comune cornice della manifestazione regalando la gioia del traguardo, magari a braccia alzate, a tutti i partecipanti.

Ogni atleta avrà un accompagnatore riconoscibile da un segno identificativo, un volto noto che lo supporterà e lo guiderà durante la prova. Al momento dell’iscrizione sarà comunque necessario precisare le difficoltà di ogni singolo atleta in modo da consentire una migliore organizzazione. Il percorso potrà essere affrontato di corsa oppure camminando, con la possibilità di fermarsi per rifiatare, se necessario, a lato della strada.

Le carrozzine, e le persone adibite a spingerle, avranno l’obbligo, escluso il momento della partenza quando partiranno in fondo al gruppo, di percorrere il tragitto in fila affiancandosi solo nel momento di un eventuale sorpasso. Una vera e propria prova riservata alle persone disabili, le quali, in una giornata di festa per tutta Ravenna, troveranno il loro spazio e potranno ritagliarsi un momento di gioia tagliando a braccia alzate il prestigioso ed ambito traguardo della Maratona di Ravenna.

Come per tutte le altre manifestazioni comprese all’interno del contenitore di Hoka Maratona di Ravenna, anche per prendere parte a “Correndo Senza Frontiere” in qualsiasi forma e ruolo sarà obbligatorio il Green Pass.

Per info e iscrizioni: CSI Centro Sportivo Italiano sede di Ravenna Tel. 0544.31371 oppure info@csiravenna.it.

 

 

 [:en]

The lockdown and the pandemic have created enormous difficulties in socialization, even more so in fragile subjects. For this reason, the confirmation of the initiative “Running without Borders – All Together” is of greater importance, if possible, also on the occasion of the Hoka Marathon in Ravenna City of Art 2021 and its collateral events.

The project created to open the doors of the Ravenna Marathon to all people with disabilities who do not have the athletic training and the possibility of covering the most demanding distances already foreseen in the program will therefore return on November 14th. The great event on the second Sunday of November is once again confirmed as an increasingly large container of events truly open to all, without any distinction.

The idea of ​​”Running without Borders” was born within the Coordination for motor and sports activities adapted to the person with intellectual disabilities created in 2016 by the CSI of Ravenna and the La Pieve Social Cooperative and can be considered a sort of spin-off of the “Playing without borders” event, a meeting aimed at athletes with disabilities and dedicated to promoting social inclusion through athletics and sports tournaments, organized in the past with the involvement of social cooperatives and sports clubs in the area.

Under the slogan “sport is for everyone”, a short route has been set up again that will take disabled athletes and their companions to cover about 3 km of the Marathon route in the historic center, among the most beautiful monuments of the city, up to the finish line in Via di Roma where all the runners of the different distances proposed by the organization of the event will arrive.

To “Running without Borders – All Together” will be admitted all those who are able to complete the short route in a maximum time of 60 minutes, starting from the Porta Serrata area and thus avoiding the difficulties that could create the joyful, but chaotic, group departures of longer distances. Instead, the arrival will be in Via di Roma in the common setting of the event, giving the joy of the finish line, perhaps with arms raised, to all participants.

Each athlete will have a companion recognizable by an identification sign, a well-known face who will support and guide him during the test. At the time of registration it will in any case be necessary to specify the difficulties of each individual athlete in order to allow for better organization. The route can be tackled running or walking, with the possibility of stopping to catch a breath, if necessary, at the side of the road.

The wheelchairs, and the people used to push them, will have the obligation, except for the moment of departure when they start at the back of the group, to walk the route in line, side by side only when overtaking. A real test reserved for disabled people, who, on a day of celebration throughout Ravenna, will find their space and can carve out a moment of joy by crossing the prestigious and coveted finish line of the Ravenna Marathon with raised arms.

As for all the other events included in the Hoka Maratona di Ravenna container, the Green Pass will also be mandatory to take part in “Running Without Borders” in any form and role.

For info and registration: CSI Centro Sportivo Italiano Ravenna office Tel. 0544.31371 or info@csiravenna.it.

[:]

facebook
instagram
twitter
pinterest
youtube
Chinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish