fbpx

RUN WITH US & DISCOVER THE CITY OF ART

RUN WITH US & DISCOVER THE CITY OF ART
RUN WITH US & DISCOVER THE CITY OF ART

MAR – MUSEO D’ARTE DELLA CITTÀ DI RAVENNA

Until 9 January 2022 at the MAR in Ravenna “A POP Epic”, an exhibition that tells the popular epic of Dante Alighieri and his poem. A narration of words, sounds and images, from cinema to songs, from advertising to comics, from writing to the myriad of objects that reproduce the famous icon, to visions of contemporary art with names on the international scene.

On the occasion of the Dante exhibition of the MAR – Museum of Art of the city of Ravenna, “A POP Epic“, until 9 January 2022, is set up in the cloister of the “Sacral” museum, an installation by Edoardo Tresoldi.

Tickets on: https://www.vivaticket.com/

FREE ENTRANCE FOR RUNNERS
REDUCED ENTRANCE FOR ACCOMPANIMENTS

RUN WITH US & DISCOVER THE CITY OF ART
RUN WITH US & DISCOVER THE CITY OF ART

MAUSOLEO DI TEODORICO

The most famous and important funeral construction built by the Ostrogoths in Italy, included by Unesco in the list of Italian World Heritage sites.

Built by the will of Theodoric as his own burial around 520 AD, the monument combines oriental influences and Roman tradition, creating a crossroads between the ancient Roman people and that of the “invading” Goths. Entirely made of Aurisina stone blocks laid dry, the building develops on a central plan, articulated in two superimposed orders, both decagonal. To cover everything a large monolithic dome of surprising measures, unmatched in the ancient and modern architectural heritage crowned by twelve handles with the inscriptions of the names of eight Apostles and four Evangelists.

12, 13 and 14 November 2021 from 8.30 to 16.00
Euro 4.00 – Access to a quota: 60 people / hour
Reservations required on https://www.ravennantica.it/prenota-ora/

PALAZZO DI TEODORICO

The name of Palazzo di Teodorico commonly refers to the architectural remains of a building located along Via di Roma, at the intersection with Via Alberoni, near the Basilica of Sant’Apollinare Nuovo. From written sources, it is known that the Ostrogothic king Theodoric resided in a majestic palace in an area of the city that had already been chosen by his predecessors as the seat of the imperial court. Today along the central nave in the Basilica of Sant’Apollinare, commissioned by Theodoric himself as a palatine chapel, it is possible to admire a splendid depiction of that building.

12, 13 and 14 November 2021 from 9.00 to 13.00
2.00 Euros – Access to a quota: 24 people / hour

Reservations required on https://www.ravennantica.it/prenota-ora/

RUN WITH US & DISCOVER THE CITY OF ART

DOMUS DEI TAPPETI DI PIETRA

The Domus dei Tappeti di Pietra is one of the most important Italian archaeological sites discovered in recent decades. Inaugurated in 2002, it was awarded the 2004 Bell’Italia Prize and the 2017 Francovich Prize. Located inside the eighteenth-century Church of Santa Eufemia, in a vast underground environment located about 3 meters below street level, it consists of 14 rooms paved with polychrome mosaics and marble belonging to a private Byzantine building of the 5th-6th century. Of particular interest and beauty are the mosaics decorated with geometric, floral and figurative elements considered unique, as in the case of the “Dance of the Geniuses of the Four Seasons”, a very rare representation that shows the Geniuses dancing in a circle or as for the figure of the “Good Shepherd” , portrayed in a different version from the usual Christian representation.

12, 13 and 14 November 2021

FREE ENTRANCE FOR RUNNERS
REDUCED ENTRANCE FOR ACCOMPANIMENTS

Reservations required on https://domusdeitappetidipietra.it

RUN WITH US & DISCOVER THE CITY OF ART

CRYPT RASPONI AND HANGING GARDENS

The crypt of the Rasponi counts, together with the hanging garden that rises around it, is all that remains of the building built in 1600 for the patrician family of the same name from Ravenna who lived there until the end of the 1800s. It was later sold as a hotel, but the building was destroyed in a fire in 1922.

Since then, in its place, another building has been built, in a neo-romantic style, in which the representation and offices of the Province have been located. To visit the crypt, you can then enter from the side portico of the building that overlooks the beautiful Piazza San Francesco.

12, 13 and 14 November 2021

FREE ENTRANCE FOR RUNNERS
REDUCED ENTRANCE FOR ACCOMPANIMENTS

Prenotazione obbligatoria su https://criptarasponi.it

RUN WITH US & DISCOVER THE CITY OF ART

MUSEO TAMO

Entirely dedicated to the art of mosaics for which Ravenna is one of the world capitals, the Tamo Museum is a space that addresses this ancient artistic expression at 360 °. Tamo is not a museum in the strict sense of the term, it is rather a fascinating journey to undertake to admire, discover, learn about the history of this ancient millenary art.

Since 2012, the museum has been housed within the monumental complex of the Church of San Nicolò, a few tens of meters from the Classense library.

12, 13 and 14 November 2021

FREE ENTRANCE FOR RUNNERS
REDUCED ENTRANCE FOR ACCOMPANIMENTS

Reservations required on https://www.tamoravenna.it

RUN WITH US & DISCOVER THE CITY OF ART

MONUMENTI GESTITI DALL’OPERA DI RELIGIONE DELLA DIOCESI DI RAVENNA:

BASILICA DI SAN VITALE

Uno dei monumenti più importanti dell’arte paleocristiana in Italia e nel mondo, patrimonio Unesco. Nel cuore della città, a due passi da alcuni dei monumenti più suggestivi del centro storico. Concepita per rendere testimonianza della grandezza imperiale bizantina, e del regno giustinianeo in particolare, l’edificio spicca per la raffinatezza e la preziosità delle sue decorazioni e dei materiali impiegati, ma anche per l’originalità delle soluzioni spaziali adottate che trovano validi confronti con la Chiesa dei Santi Sergio e Bacco a Costantinopoli.

Appena entrati, lo sguardo viene rapito dalle famosissime e stupende decorazioni musive dell’abside e dagli ampi volumi, nonché dall’imponente volta centrale affrescata nel XVII secolo.

Al di sopra dei pregiati marmi, uno splendido esempio di mosaico parietale con uno sviluppo in verticale che conferisce alla basilica l’aura imperiale e rappresentativa del potere politico e religioso dell’epoca. Le figure rappresentate nell’abside, gli imperatori Teodora e Giustiniano, l’arcivescovo Massimiano, si stagliano su un fondo aureo.

 

MAUSOLEO DI GALLA PLACIDIA

A pochi passi da San Vitale, un autentico “scrigno”, la cui porta rappresenta una sorta di breccia che collega Terra e Cielo. L’orditura architettonica dell’edificio, spartana e semplice, in contrasto con lo sfarzo delle decorazioni interne, intende evocare il vivere del buon cristiano, semplice nell’apparenza esterna e ricco nell’anima.

Patrimonio Unesco, il Mausoleo è stato edificato a metà del V secolo quale terminazione del nartece della chiesa di Santa Croce (da cui fu separato nel 1602) e avrebbe dovuto ospitare le spoglie mortali di Galla Placidial figlia di Teodosio il Grande, sorella di Onorio e madre del giovanissimo Valentiano III, ella fu governante reggente in luogo del figlio, a cui era stato affidato il governo dell’Impero Romano d’Occidente. In realtà, Galla, che morì nel 450, fu sepolta non a Ravenna bensì a Roma, probabilmente nella tomba di famiglia.

12, 13 e 14 Novembre 2021

 

BASILICA DI SANT’APOLLINARE NUOVO

Nel cuore del centro storico di Ravenna; da non confondere con Sant’Apollinare in Classe, è situata sulla via di Roma ed è uno dei monumenti riconosciuti dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Attraverso l’adiacente chiostro si giunge ad ammirare un gioiello unico al mondo. Nonostante la perdita dei mosaici dell’abside, oggi il visitatore che varca la soglia di Sant’Apollinare Nuovo rimane senza respiro: le pareti laterali sono interamente coperte di tessere sfavillanti, disposte ad inclinazione diversa l’una dall’altra, per rendere la luce vibrante.

Eretta da Teodorico, re dei Goti, tra il 493 e il 526, quale basilica palatina. Nonostante l’origine cultuale ariana, la decorazione musiva interna testimonia due fasi esecutive: attorno al 561, dopo la cacciata dei Goti dalla città, la chiesa fu convertita all’ortodossia cattolica (Editto di Giustiniano) e intitolata al vescovo di Tours, divenendo San Martino in Ciel d’oro. Da qui, la damnatio memoriae di alcuni personaggi della corte teodoriciana, abrasi dal Palatium che li incorniciava per essere sostituiti da tende; ancora oggi questa rimozione è testimoniata da alcuni lacerti musivi. La basilica acquisì il titolo di “Sant’Apollinare” a metà del secolo IX, allorché le reliquie del protovescovo furono qui traslate dall’omonimo tempio di Classe.

12, 13 e 14 Novembre 2021

 

BATTISTERO NEONIANO

Di fianco al Duomo, quasi a raccordo tra le piazze Duomo e Arcivescovado, si ammira il battistero degli Ortodossi (o Neoniano), nel cuore di un piccolo giardino ben curato.

Entrando nel battistero Neoniano, di forma ottagonale, ci si rende conto di essere in un posto unico per ciò che concerne l’arte paleocristiana e bizantina: si tratta, infatti, dell’edificio battesimale meglio conservato al mondo, sia per la struttura architettonica che per l’interno (marmi, stucchi e mosaici). Dei più antichi battisteri, realizzati tra i secoli IV e V ad Antiochia, Costantinopoli, Efeso, Treviri, Milano, Aquileia e Roma, sopravvivono infatti solo i muri perimetrali o solo la pianta.

 

CAPPELLA DI SANT’ANDREA E MUSEO ARCIVESCOVILE

Una visita ai monumenti Unesco di Ravenna non può essere completa senza aver visitato la piccola cappella di Sant’Andrea, perla nascosta all’interno del Museo Arcivescovile; il sacello rappresenta l’unico esempio di cappella arcivescovile paleocristiana giunta integra sino a oggi, oltre ad essere l’unico edificio di culto ortodosso edificato durante l’arianesimo teodoriciano.

Il Museo Arcivescovile, disposto su due piani, racchiude opere ascrivibili a più momenti storico-artistici della città, dall’antichità all’epoca “moderna”. La cappella di Sant’Andrea si trova al piano primo del museo.

 

INGRESSO COME DA INDICAZIONI DELL’OPERA DI RELIGIONE DELLA DIOCESI DI RAVENNA

Biglietto unico per Basilica San Vitale + S. Apollinare Nuovo + Museo Arcivescovile: Euro 10,50 intero; 9,50 ridotto.

Per Mausoleo Galla Placidia + Battistero Neoniano supplemento Euro 2,00 (prenotazione obbligatoria)

Info e prenotazioni su https://www.ravennamosaici.it

facebook
instagram
twitter
pinterest
youtube